Non solo news

il Blog Automotive di Paolo Pisano

Trasparente Autoriparante

La verniciatura delle auto di ultima generazione ha raggiunto un livello qualitativo veramente alto sia in termini di qualità che di durata e aspetto, cio' è dovuto principalmente all’introduzione delle vernici a doppio strato, quelle cioè con trasparente finale di protezione. Purtroppo questo particolare film protettivo (trasparente) può risentire ugualmente dei problemi quotidiani che affrontano le autovetture: sfregamenti nei parcheggi, unghiate sotto le maniglie porta, ma soprattutto i micro graffi procurati dagli autolavaggi, che creano effetti veramente sgradevoli sulle autovetture. Oggi però esiste una soluzione a questo problema: il trasparente autoriparante.

Anche se la tendenza delle case automobilistiche è quella di utilizzare trasparenti resistenti al graffio, già dalla linea di produzione, la tecnologia di oggi mette a disposizione due scelte:

  • Il sistema Soft + Hard (Autoriparante)
  • Il sistema Hard (Antigraffio)

Nel test è stato scelta la soluzione "autoriparante" (Reflow), non solo perché questo tipo di soluzione ha una brillantezza notevole e duratura nel tempo, ma anche perché consente una migliore applicabilità, lucidatura e possibilità d'interventi spot repair in caso di riparazioni successive.

Il processo "autoriparante" ovviamente non fa miracoli, ma si comporta similmente a una gomma da cancellare, che se viene deformata ritorna alla sua forma originale, allo stesso modo si comporterà il trasparente autoriparante. Nel caso di graffi profondi, fino alla base (colore), il processo non funzionerà poiché la base non si rigenera e non si ripara, così come non si potrà autoriparare in caso di taglio o asportazione del materiale. Nel caso invece, di graffi derivati dall’uso quotidiano dell’auto, come ad esempio gli antiestetici segni lasciati degli autolavaggi, il comportamento della tecnologia "autoriparante" è di notevole effetto, basta lasciare l’autovettura al sole per veder scomparire i graffi.

Capacità di Reflow del trasparente "Autoriparante"

Il film di trasparente con un graffio di circa 6 μ dopo un'esposizione al sole ritorna allo stato iniziale con una tolleranza di 1 μ

La sostanza dell’autoriparazione è determinata dalla combinazione di polimeri "elastici & duri" collegati in una catena poliuretanica flessibile e densa, che si auto ripara dopo la deformazione per mezzo del calore del sole o di altre sorgenti come lampade IR, asciuga capelli ecc.

Processo auto riparativo

Nella fig.1 si vede la sostanza visco-elastica nello stato iniziale e in fig. 2 come si sono distribuiti i polimeri in seguito ad un graffio. Mentre nella fig. 3 i polimeri elastici tendono a tornare allo stato originale della fig. 4.

Il test è stato effettuato con il trasparente di Sikkens (Akzo Nobel) Autoclear LV Exclusive.

Un trasparente che come dichiara il produttore è un bicomponente autoriparante, che rispetta le più recenti normative sulle emissioni in atmosfera. Garantisce un’ottima applicabilità, prestazioni affidabili, elevata brillantezza su Autowave ed un’eccellente resistenza alle spazzole degli autolavaggi.